Inizia l’asilo: 5 consigli per il rientro

Dopo 3 mesi di vacanza, si torna all’asilo! Sia per le mamme alle prime armi, sia per quelle con esperienza, l’inizio dell’asilo può essere un momento traumatico: non tutti i bambini affrontano questo momento con gioia, anzi, spesso manifestano il loro disagio con urla, pianti e capricci. Si tratta di una fase di passaggio, che il bambino supererà nel giro di qualche settimana: i piccoli sono molto abitudinari e il cambiamento può essere spaventoso per loro.

Cosa fare, ad esempio, se il bimbo si rifiuta di uscire di casa la mattina? Accertato che non sia l’asilo in sè il problema (rapporti personali, luoghi, paure), è importante che i genitori siano allo stesso tempo premurosi e decisi. Ecco 5 consigli per aiutare il tuo bambino ad affrontare con serenità il ritorno all’asilo!

  1. Ripresa della routine. Se il tuo bimbo è stato abituato durante l’estate a dormire tutta la mattina, svegliarlo il primo giorno di scuola potrebbe essere un vero colpo per lui (e un incubo per te). Se non hai mantenuto gli stessi orari tutta l’estate, inizia a seguire gli orari scolastici già qualche settimana prima dell’inizio: abituare tuo figlio alla routine renderà sicuramente meno stressante l’inizio dell’asilo.
  2. Parola d’ordine: gradualità. Oltre alla già citata graduale ripresa della routine, graduale deve essere anche l’avvio della giornata: la prima settimana di asilo, per esempio, sveglia il tuo bimbo un po’ prima dell’orario previsto, così potrete prepararvi con calma e fare qualche coccola in più. Se il tuo asilo lo permette, inserisci gradualmente il bambino: moltissime strutture, infatti, prevedono delle giornate appositamente create per facilitare il bimbo a sentirsi a proprio agio in modo progressivo, ad esempio aumentando lentamente le ore di permanenza all’asilo.
  3. Positività. Ricorda al tuo bambino che l’asilo è un posto bellissimo! All’asilo si fanno un sacco di giochi ed attività divertenti, e ci sono un sacco di altri bambini simpatici. Meglio evitare espressioni come “Devi andare all’asilo perché mamma e papà devono andare a lavorare”, che sottolineano l’obbligatorietà del rientro: piuttosto, è bene puntare su tutti gli stimoli e le soddisfazioni che il bambino riceverà a scuola.
  4. Oggetto transizionale. Se il tuo bimbo è particolarmente affezionato a un oggetto, come a un peluche, permettigli di portarlo all’asilo, lo aiuterà a superare il distacco.
  5. Sii serena. Il distacco con il tuo bambino può essere vissuto male da lui, ma in primis proprio da te, specialmente se è la prima volta che rimanete separati. È essenziale che non dimostri di essere triste o ansiosa, perché i bambini sono molto ricettivi e capiscono se la mamma non è felice. Non indugiare troppo sulla porta chiedendo un ultimo bacio, e non porre domande rincuoranti come “Non sei arrabbiato con me perché vado via, vero?”: mostrati sempre serena!

Leave a comment